Da Guantanamo ad Astana

37

KAZAKHSTAN – Astana 03/01/2015. Cinque detenuti di Guantanamo Bay, base Usa a Cuba, sono stati inviati in Kazakistan per il reinserimento nella società civile.

Ne ha dato notizia il 31 dicembre il Pentagono. Si tratta di tre yemeniti e due tunisini, catturati in Pakistan poiché sospettati di essere militanti di al-Qaeda. Per i funzionari americani, i 5, mai accusati di nulla, non sono più una minaccia. Si tratta di Asim Thabit Abdullah Al-Khalaqi, 46, yemenita; Muhammad Ali Husayn Khanayna, 36, yemenita; Sabri Mohammad al Qurash, 44, yemenita; Adel Al-Hakeemy, 49, tunisino; Abdallah Bin Ali al Lufti, 48, tunisino. All’inizio di questo mese, quattro detenuti afgani sono stati rimpatriati, mentre altri sei prigionieri sono stati trasportati in Uruguay. La popolazione carceraria di Guantanamo oggi è di 127 detenuti secondo i dati del Pentagono. I cinque uomini rilasciati sono stati trasferiti con voto unanime, dopo la revisione dei loro casi fatta da una task force governativa degli Usa. È la prima volta che il Kazakhstan accoglie i prigionieri di Guantanamo Bay, dopo lunghi negoziati. Le autorità statunitensi non hanno dato nessun motivo per il mancato rimpatrio nei paesi d’origine.