Lo sviluppo kazako prossimo venutro

49

KAZAKHSTAN – Astana 17/01/2014. Il presidente Nursultan Nazarbayev ha annunciato al parlamento kazako un piano per agganciare il Kazakhstan ai 30 paesi del mondo sviluppato.

«La pianificazione strategica è la regola numero uno nel XXI secolo (..) La strategia deve concrertizzarsi in un programma di specifiche azioni concrete che renderanno il paese e la vita del popolo kazako migliore giorno dopo giorno, anno dopo anno. Nel messaggio di oggi, voglio informare il popolo kazako di un piano per agganciarci con i 30 paesi sviluppati», ha detto Nazarbayev.

«Il governo ha sviluppato un piano di collegamento che sarà approvato presto (…) Il nostro paese deve diventare uno dei paesi più sicuri al mondo (…) Pace e stabilità, giustizia e Stato di diritto sono la base dello sviluppo del Paese (…) Prevediamo di aumentare il volume del Pil pro capite di 4,5 volte, da 13mila a 60mila dollari» ha detto il presidente. «La produttività nel lavoro dovrà aumentare di cinque volte entro il 2050 (…) È importante ridurre il peso del settore energetico nel prodotto interno lordo  (…) Le piccole e medie imprese potranno produrre almeno il 50 per cento del volume del Pil  anziché l’attuale 20 per cento entro il 2050. La produttività del lavoro dovrebbe aumentare di cinque volte passando dagli attuali 24.500 dollari a 126mila» ha annunciato Nazarbayev. 

Inoltre, la classe media sarà quella predominante nel Paese e il numero di abitanti delle città salirà al 70 per cento della popolazione totale; le città, di conseguenza, si doteranno di strade di qualità e di linee ad alta velocità per il trasporto su ruote e su ferro.

Grande attenzione sarà dedicata allo sviluppo della medicina, finalizzata ad aumentare l’aspettativa di vita fino a 80 anni e più.