KAZAKHSTAN. Salgono i prezzi degli alimentari di base

58

di Anna Lotti KAZAKHSTAN – Astana 22/12/2016. Il Comitato statistico del Kazakistan ha affermato che in generale i prezzi alimentari nel mese di novembre sono aumentati del 9,1 per cento rispetto allo stesso mese dello scorso anno. Secondo la dichiarazione, tutti gli alimenti di base hanno registrato aumenti dei prezzi. Caffè, tè e cacao sono aumentati del 34,6 per cento; i cereali del 33,5 per cento; il pane del 19,5 per cento; lo zucchero del 18,7 per cento; i prodotti dolciari da 16,8 per cento; oli e grassi di 12,7 per cento; la pasta del 12,2 per cento; i prodotti di panificazione e la pasticceria 10,2 per cento; pesce e frutti di mare 8,8 per cento; bevande alcoliche 8,6 per cento; farina del 7,3 per cento; prodotti lattiero-caseari del 6,8 per cento; frutta e verdura 0,9 per cento.

Il comunicato indica anche gli aumenti per carne e derivati nello stesso mese dello scorso anno pari al 5,6 per cento complessivo: pollame del 12,8 per cento, insaccati del 5,7 per cento, la carne bovina del 4,7 per cento, carne di maiale del 4,6 per cento, montone del 2,9 per cento e carne di cavallo del 2,1 per cento, riporta Astana Times.

A partire dal novembre 2016, l’inflazione in Kazakhstan è stata pari al 1,2 per cento, lo 0,6 per cento in più del mese precedente e il 2,5 per cento in meno rispetto al novembre 2015; dall’inizio dell’anno, l’inflazione è stata registrata a 7,33 per cento e in termini totali annuali 8,61 per cento.