Astana taglia gli investimenti all’industria

21

KAZAKHSTAN – Astana. 20/01/15. La testata Kazakhstan Today ha scritto che “Samruk-Kazyna” ha iniziato ad attuare le misure anti-crisi. «A causa delle tendenze negative dell’economia globale sarà adeguato il business plan alla situazione contingente.

In particolare, prevediamo di ridurre i costi operativi. I piani approvati prevedono una spesa di 337 miliardi di tenge e saranno ridotti a 249 miliardi di tenge, le spese generali e amministrative 64 miliardi tenge, verranno tagliati del 16,6%. Gli investimenti saranno ridotti di 1,3 miliardi dollari, pari al 18%» ha detto in una riunione di governo il Presidente del Consiglio di “Samruk-Kazyna”, Umirzak Shukeyev. I tagli colpiranno: industrie chimiche, minerarie, edilizia, trasporti, petrolio e gas. Questa riduzione non interesserà grandi progetti: GPIIR-2 il programma “Nurly Jol”, una mostra di oggetti “EXPO-2017” e altri progetti strategici, secondo il Dipartimento di Pubbliche Relazioni di “Samruk-Kazyna”. Dettagliato anche il programma di privatizzazione 2015. «Nel 2014, 64 privatizzazioni progettate, per 12 aziende il contratto di vendita è in fase di sottoscrizione, l’importo totale è 20,3 miliardi tenge In fase di realizzazione 10 grandi aziende e 24 attività di medie dimensioni. Quest’anno, la Fondazione prevede di vendere altre 17 attività», ha informato il Presidente del Consiglio di JSC” Samruk-Kazyna “.