Astana è pronta a ricevere investimenti esteri

2

REGNO UNITO – Londra 13/05/2016. Il vice Ministro delle Finanze del Kazakistan, Ruslan Beketayev, durante un forum Bers svoltosi a Londra, ha detto che il suo paese aveva preso tutte le misure per compensare il calo dei prezzi del petrolio e che la sua nazione è “ben preparata” a ricevere investimenti.

Riporta Efe che Beketayevha fatto le sue osservazioni durante l’annuale Development and Business Forum della Bers, che al suo interno ha ospitato una serie di “Investment Outlook Sessions” presentati da responsabili politici e d’affari provenienti da più di una dozzina di nazioni o regioni. Beketayev ha detto alla riunione con possibili investitori che il suo governo «ha anticipato la situazione di calo dei prezzi del petrolio e ha agito per mitigare gli effetti del crollo dei prezzi (…) Una delle cose che abbiamo fatto è stata quella di modificare il bilancio dello Stato, calcolando un prezzo di 30 dollari al barile, e tagliando le spese inutili (…) Abbiamo anticipato lo scenario e ora siamo pienamente in grado di affrontare le sfide. Saremo comodi con il prezzo corrente di 45 dollari al barile». Beketayev ha ricordato che il governo di Nursultan Nazarbayev ha lanciato un programma per garantire il finanziamento dell’economia attraverso istituzioni finanziarie multilaterali, come la Bers e la Banca mondiale, così come quello del fondo nazionale e del settore privato. Gli ha fatto eco, Askhat Beisenbayev, vice presidente esportazioni e investimenti dell’agenzia kazaka Kaznex Invest. Beisenbayev ha detto che il Kazakistan vuole espandere e diversificare le sue opportunità di investimento in settori quali l’agricoltura e il turismo. Ha poi aggiunto che a causa della recente deprezzamento del tenge, gli investitori potranno trovare «manodopera a basso costo e qualificata». Sia Beketayev e Beisenbayev, poi, hanno evidenziato la riforma sociale, economica e politica attuata dalla “2050 Strategy” che Nazarbayev ha presentato nel 2012 per posizionare il Kazakistan tra le migliori 30 economie al mondo entro la metà del secolo. Il piano di stimolo economico “Nurly Zhol” è poi concentrata sullo sviluppo delle infrastrutture e il paese è alla ricerca di investimenti esteri per completare infrastrutture stradali, ferroviarie, portuali e progetti It. Sin dalla sua fondazione 25 anni fa, la Bers ha partecipato a più di 200 progetti in Kazakhstan del valore di 6,5 miliardi di dollari.