Nel 2040 più acqua per Astana

49

KAZAKHSTAN – Astana 26/12/2013. Entro il 2040 la domanda di risorse idriche aumenterà significativamente in Kazakistan e sarà pari a 25 miliardi di metri cubi l’anno.

Lo ha annunciato il  il ministro dell’Ambiente e delle Risorse Idriche del Kazakhstan, Nurlan Kapparov il 24 dicembre. «Entro il 2040 la richiesta di acqua, il suo consumo, in Kazakhstan passerà dagli attuali 16 miliardi di metri cubi a 25 miliardi di metri cubi all’anno, crescendo del 56 per cento», ha detto il ministro. Kapparov ha detto che la previsione è calcolata sulla base della crescita della popolazione del paese nel periodo prevista a 20,8 milioni di persone. Kapparov ha anche sottolineato che nel settore industriale, la crescita del consumo di acqua sarà di circa il 35 per cento, che corrisponde ad una crescita della produzione industriale del quattro per cento all’anno. La maggiore crescita del consumo di acqua sarà registrabile nella estrazione e lavorazione del petrolio e del gas, nel settore minerario e nella produzione di energia elettrica. Inoltre, l’agricoltura del Kazakistan prevede di espandere le aree di irrigazione regolare passando a 2,1 milioni di ettari entro il 2040, che di conseguenza porterà ad un aumento del consumo di acqua dell’1,6 per cento all’anno.