Astana: illegali le piramidi finanziarie

44

KAZAKHSTAN – Astana 14/01/2014. Il presidente kazako Nursultan Nazarbayev ha firmato la legge che prevede responsabilità penale per la creazione di piramidi finanziarie.

Lo annuncia il servizio stampa presidenziale. La legge, nata sulla scia della truffa di cui è accusato Mukhtar Ablyazov (a destra), prevede anche la responsabilità penale per la leadership delle piramidi. Una serie di misure legislative tese alla prevenzione e alla lotta contro simili sistemi sarà presa dagli organi competenti, si legge nella nota. La legge dovrebbe migliorare il livello di tutela dei diritti costituzionali e delle libertà dei cittadini kazaki e gli interessi delle persone giuridiche interessate oltre che aumentare l’efficienza degli organismi inquirenti, dei pubblici ministeri e giudici.

Ma cosa sono le Piramidi Finanziarie? Ci serviamo della definizione posta nel libro Piramide d’oro. Realtà e miti del multilever marketing di Roberto Giovannini e Davide Orecchio: «Le piramidi finanziarie possono essere considerate – a seconda dei punti di vista – l’essenza del multilevel marketing oppure una sua degenerazione nefasta. Sulla carta, le finalità di multilivello e piramidi sono opposte: una rete di vendita mlm punta nel lungo periodo a costruire una solida posizione sul mercato e alla diffusione del bene o servizio distribuito. Una piramide è uno schema predatorio, dove il guadagno (per chi la organizza, e per pochi fortunati) non deriva dal movimento di prodotti o servizi, ma dal continuo afflusso di nuovi soci».  Esemplare è stato il caso Madoff negli Stati Uniti raccoglieva denaro finoal suo arresto nel dicembre 2008.