Il JSDA cambia le regole

17

GIAPPONE – Tokyo 21/07/2016. La Japan Securities Dealers Association (Jsda) sta per emanare nuove linee guida per evitare le fughe di informazioni aziendali per garantire un accesso equo alle informazioni sensibili per il mercato.

Secondo Jsda, i broker saranno banditi dalla raccolta di informazioni che potrebbero rivelare risultati utili per evitare che informazioni riservate vengano passate al cliente. Non saranno previste nuove pene per chi infrangerà le linee guida che potrebbero entrare in vigore già da ottobre; le violazioni saranno trattate con mele normative esistenti. Ad oggi, le persone che infrangono le regole possono essere licenziate o radiate dal settore, mentre i broker possono essere multati o sanzionati. L’accesso degli investitori alle informazioni rilevanti non pubbliche, come ad esempio i risultati utili, è da poco oggetto di interesse in Giappone
Il Jsda ha multato le unità titoli locali di Deutsche Bank e Credit Suisse Group Ag a dicembre 2015 e aprile2016, per la fuga di informazioni sui guadagni per i clienti. In Giappone non esistono norme sulla cosiddetta fair disclosure; il Jsda sta considerandone la portata, nonostante la mancanza di chiarezza su quando e in quale forma, potrebbero essere introdotte tali norme. La prospettiva di regole più severe ha sollevato i timori che le imprese giapponesi possano non mantenere gli impegni col mercato, soffocando l’emergere di un rapporto più aperto tra aziende nipponiche e investitori.