Itochu sfida Alibaba

73

CINA – Shangai 03/05/2015.  La più grande società commerciale giapponese, la Itochu corporation, si prepara ad entrare nel mercato dell’e-commerce in Cina per vendere prodotti giapponesi in collaborazione con quattro partner cinesi e thailandesi.

Come riporta il Nikkei Asian Review, le quattro aziende sono: Charoen Pokphand Group, il più grande conglomerato della Thailandia; Citic Group, il più grande conglomerato statale cinese; Shanghai Information Investiment, branca economica del governo locale di Shanghai; China Mobile Communications, il più grande operatore di telefonia mobile del paese. Le cinque società hanno firmato un accordo il 30 aprile per creare una società di e-commerce che sarà chiamata Face-to-face, operativa dall’autunno 2015. La firma è avvenuta a Shanghai all presenza dei numeri uno delle aziende coinvolte. La partnership intende arrivare a raggiungere 100 milioni di utenti e avere un fatturato di 100 miliardi di yuan (16,1 miliardi di dollari).
Il mercato dell’e-commerce, infatti, è in rapida espansione in Cina, soprattutto tra i giovani; dominus del mercato è Alibaba Group, ma data la vasta scala del mercato cinese, anche una sua piccola parte può offrire grandi opportunità di business.
In precedenza, ricorda Nikkei, altre aziende giapponesi hanno cercato di entrare nel mercato cinese in passato, ma con scarso successo. Itochu cercherà la sua presenza sul mercato basandosi su abbigliamento, prodotti alimentari e altri prodotti come pannolini e latte in polvere. Messaggi e app dedicate sono le chiavi cui si affida Itochu per raggiungere le vastità del mercato cinese, puntando a toccare gli 800 milioni di abbonati al suo sito di e-commerce; altro punto di forza è la fiducia popolare verso la merce proveniente dal Giappone. A ciò va aggiunto il fatto che le merci verranno stoccate interamente a Shangai.