ITALIA. Bioeconomia e sviluppo mediterraneo

40

Il 14 marzo 2018, presso la Farnesina, si è tenuta una riunione di presentazione di “Blue Sea Land – Expo dei cluster del Mediterraneo, Africa e Medioriente”, organizzata dal Distretto della Pesca e Crescita Blu. L’iniziativa, lanciata nel 2009, giunge quest’anno alla VII edizione e si terrà dal 4 al 7 ottobre a Mazara del Vallo.

La manifestazione vuole rafforzare il dialogo con i Paesi del Mediterraneo, del Medio Oriente e dell’Africa, valorizzando le risorse delle filiere agroalimentari. Il Presidente del Distretto Giovanni Tumbiolo, intervenuto in apertura, ha annunciato che il tema portante della prossima edizione sarà la bio-economia, tematica che ben si collega alle caratteristiche delle produzioni italiane, sostenibili e naturali, legate al territorio e al mare. Tunisia e Burkina Faso saranno i Paesi main partner della manifestazione.

«Oggi c’è una nuova consapevolezza a tutti i livelli, bene. Creare impresa, sviluppo e lavoro in Africa. Si, ma come? Il rischio del solito mordi e fuggi, che l’Africa ha tristemente conosciuto con relativa dispersione di risorse, è dietro l’angolo», aveva scritto Tumbiolo commentando l’edizione 2017.    

Il segreto del successo di “Blue Sea Land” sta nei Distretti agroalimentari e nella volontà di promuovere lo sviluppo nel contesto di un’economia circolare che non riguarda soltanto l’agricoltura e la pesca, ma che si estende a tutte le filiere produttive tramite la lotta agli sprechi, la rigenerazione delle risorse naturali, terrestri e marine, la sostenibilità economica, sociale, ambientale e culturale, l’innovazione nei processi produttivi.

Il Direttore Generale per la promozione del Sistema Paese, Vincenzo De Luca, ha confermato il convinto sostegno della Farnesina ad una manifestazione con così forte proiezione internazionale e partecipazione di delegazioni straniere, come pure ha evidenziato il costante supporto del Ministero finalizzato al suo successo. 

La continuità nel tempo ed il consolidamento di un’iniziativa che cresce di anno in anno e che, nell’edizione 2017, ha registrato oltre 150.000 visitatori sono stati apprezzati dai rappresentanti delle Amministrazioni, degli enti, delle associazioni di categoria e delle imprese partecipanti.

 Redazione