Gaffe geopolitica al Ttg di Rimini

70

ITALIA – Roma. 12/10/14. L’Ambasciata dell’Azerbaijan in Roma ha ripreso un comunicato stampa della Associazione Interparlamentare di Amicizia Italia-Azerbaijan che AGC pubblica per esteso…

«Roma, 10 ottobre. La provocazione che si sta attuando da soggetti ben identificati nei confronti dello stato dell’Azerbaigian, merita una risposta ferma anche da parte delle istituzioni locali oltre che nazionali italiane. La presenza del Nagorno-Karabakh all’interno della fiera del turismo di Rimini, il Ttg, è assolutamente abusiva perché va contro le risoluzioni dell’ONU molto chiare nello stabilire che i territori del Nagorno-Karabakh sono parte integrante dello stato dell’Azerbaigian». La nota continua: «È quanto si legge in una nota dell’Associazione Interparlamentare di Amicizia Italia-Azerbaigian sulla presenza di una postazione di promozione turistica all’interno della fiera del Turismo di Rimini. Le organizzazioni statali e interstatali – ha detto a proposito il sen. Sergio Divina, presidente dell’Interparlamentare – devono riconoscere le risoluzioni internazionali; non si può permettere che alcuni territori pur nella loro autonomia ma che fanno parte storicamente di uno stato riconosciuto da risoluzioni ONU, possano travalicare le loro direttive».