ISWA attacca convoglio UNICEF

6

STATI UNITI D’AMERICA – New York 29/07/2016. Le Nazioni Unite hanno temporaneamente sospeso le consegne degli aiuti nel Borno, ex roccaforte dei jihadisti di Boko Haram, dopo che un convoglio umanitario è stato attaccato.

Secondo L’Unicef, un gruppo di ignoti ha attaccato il convoglio il 28 luglio, mentre viaggiava da Maiduguri a Bama, ferendo un dipendente dell’Unicef NICEF e dall’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni. «Le Nazioni Unite hanno sospeso temporaneamente le missioni di assistenza umanitaria in attesa dell’esame della situazione della sicurezza», si legge nel comunicato. Per l’esercito nigeriano, il convoglio umanitario sarebbe stato attaccato dai resti di Boko Haram, oggi Stato Islamico nell’arica orientale, nell’attacco sono rimasti feriti e due soldati e tre civili. Quasi un quarto di un milione di bambini a Borno soffre di malnutrizione e circa uno su cinque morirà se non ricevono adeguati trattamenti, afferma Unicef.