Diyala vicino al collasso

46

IRAQ- Diyala. 15/05/15. Nuovo video del terrore postato da ISIS. Si tratta dell’esecuzione di un giovane soldato nella provincia di Diyala. Numerose le esecuzioni tra i militari fedeli al governo. Ma dalla provincia arrivano allarmanti notizie anche in materia di migrazioni.

Secondo un membro delle forze irachene della provincia di Diyala, Salah al-Juburi, «lo spostamento forzato di persone in fuga dalle loro case per via di combattimenti che ha colpito gran parte della provincia raddoppierà la velocità di crisi dell’analfabetismo». Il parlamentare ha chiesto al Governo maggiori sforzi per far tornare i bambini a scuola. Quei bambini che nei video di propaganda di ISIS vanno a scuola e godono di un reddito fisso.

Juburi ha detto in un’intervista rilasciata al Notiziario di Alsumaria: «A Diyala le condizioni sono molto difficili dopo gli eventi di giugno dello scorso anno, in particolare dopo l’esodo di oltre 180 mila i civili a causa dei disordini e eventi sanguinosi avvenuti nei mesi scorsi», il politico ha anche indicato che lo spostamento «forzato di migliaia di studenti ha costretto li ha costretti a stare lontano dalle scuole a causa delle circostanze stressanti vissuto dalle famiglie, soprattutto alla luce della povertà estrema che stanno vivendo». Manca l’acqua per irrigare i campi e quindi non si riescono a produrre alimenti di prima necessità. Secondo il parlamentare la situazione rischia di esplodere. Il 95% degli studenti è sfollato e non va a scuola.
Al-Juburi ha chiesto «l’applicazione di un programma di governo che contribuisca a far si che gli studenti ritornino a scuola per garantire loro un futuro migliore».