Governo Netanyhau in forte calo di consenso

16

ISRAELE -Geruslamme 24/06/2016. Gli israeliani sono stufi della leadership politica del paese e avrebbero cambiato radicalmente la composizione della Knesset se si fossero svolte ieri le elezioni, dice un nuovo sondaggio Tns Teleseker.

Il sondaggio, ripreso da Arutz Sheva 7, riporta che solo il 23% vorrebbe avere come primo Ministro Benjamin Netanyahu, un terzo pieno degli intervistati non sapeva chi fosse il più adatto. Solo il 19% si è detto soddisfatti della politica economica del governo, mentre il 78% si dichiara insoddisfatto.
Sulla politica antiterrorismo, il 23% ha detto di essere soddisfatto, mentre il 72% che non lo era. Se le elezioni si sono svolte il 23 giugno, i due partiti più grandi di Israele avrebbero subito perdite significative. Il Likud, che ha vinto 30 seggi nel 2015, sarebbe arrivato ad averne 22; la Zionist Union di Isaac Herzog avrebbe subito perdite catastrofiche, arrivando a soli 9 posti, mentre oggi ne ha 24. Meglio sarebbe andata a Yesh Atid, che dagli 11 odierni sarebbe andata 20 seggi; the Jewish Home da 8 a 13, mentre Yisrael Beytenu, il partito di Avigdor Lieberman, da 6 seggi a 9. Il nuovo partito centrista guidato dall’ex ministro della Difesa Moshe Yaalon e dall’ex primo ministro Ehud Barak avrebbe avuto 10 seggi; e via via s seguire le altre formazioni oggi presenti nella Knesset con un nmero di seggi simile all’odierno.