Isr per il Gcc

59

EMIRATI ARABI UNITI – Dubai 11/12/2013. Il Medio Oriente sarà il prossimo hub per il mercato dell’intelligence elettronica.

Secondo Defence Iq, nel prossimo decennio i membri del Consiglio di cooperazione del Golfo (Gcc) cercheranno di acquistare strumenti radar all’avanguardia e nel contempo gli Stati Uniti cerca di creare un centro di eccellenza nella regione. Gli Emirati Arabi Uniti si sono impegnati ad acquistare una nuova flotta di aeromobili Isr (intelligence, sorveglianza e ricognizione), per avere allarmi precoci e dall’alto attraverso il sistema Awacs che resta in cima alla lista. L’E-2 Hawkeye della Northrop Grumman, la Saab e una joint venture tra Israel Aerospace Industries e Elta Electronics Industries sono i probabili contendenti per integrare il sistema radar Aew montati su jet Gulfstream 550. L’aeronautica militare degli Emirati Arabi Uniti ha già annunciato un accordo per acquisire un numero non precisato droni Predator dalla Us General Atomics per rafforzare le sue capacità Isr. L’Isr è una delle grandi priorità per gli Stati Uniti e un settore in cui la Difesa Usa  vorrebbe che le nazioni alleate divenissero protagoniste, come la Francia ha fatto in Mali, riporta Defence Iq. «L’Isr costituisce un enorme divario di capacità» ha detto agli inizi del 2013 Heidi Grant, vice sottosegretario dell’Air Force per gli affari internazionali a Defence News. Con la creazione di un centro di eccellenza Isr in Medio Oriente, gli Stati Uniti sperano di collaborare con le nazioni alleate della regione per migliorare le capacità di comando e controllo Isr. La decisione fa parte di una più ampia strategia per migliorare le capacità collettive. Parlando ad una conferenza in Bahrain nel settembre 2013, il segretario della difesa Chuck Hagel, aveva dichiarato: «Vorremmo espandere la nostra cooperazione per la sicurezza con i partner della regione, lavorando in modo coordinato con il Gcc, anche attraverso la vendita di strumenti utili alla difesa proprio attraverso il Gcc. Questo è un naturale passo per migliorare la collaborazione tra Usa e Gcc, e consentirà all’Organizzazione di acquisire capacità militari critiche tra cui missili balistici, strumenti per la sicurezza marittima e per l’antiterrorismo».