Uzbekistan, smantellata cellula islamista

49

UZBEKISTAN – Tashkent. 21/05/14. In Uzbekistan, è stato individuato un gruppo clandestino di seguaci dell’organizzazione islamista “Hizb ut-Tahrir”, composto dai zingari locali. Fonte “Interfax”. Il Gruppo dispone si muove soprattutto nella regione Surkhandarya (a sud) sotto la supervisione di Khaidarova Rahim, che a sua volta, ha stretti legami con uno dei leader di “Hizb ut-Tahrir” nella regione Sayfiddin Muminov.

Secondo i funzionari della sicurezza, Hajdarov ha tenuto “riunioni segrete” regolari in cui i partecipanti hanno discusso, in particolare, dell’opportunità di partecipare ai combattimenti nei paesi arabi e alla preparazione materiale dei militanti. Gli investigatori hanno anche scoperto che i membri del gruppo donavano parte del loro reddito ad un fondo speciale, utilizzato al momento opportuno per esigenze personali dei leader. Secondo 12uznews la cellula jihadista è stata in grado di raccogliere circa cinquemila dollari. Secondo la testata l’organizzazione clandestina era gestita da uno dei suoi ex membri, che sta già scontando una condanna. Ha accettato di collaborare con le forze dell’ordine per vendetta perché sua moglie, che ha guidato l’organizzazione dell’ala femminile che “frequentava il leader del gruppo Khaidarov”.

“Hizb ut-Tahrir” (Partito della liberazione islamica) è stata fondata nel 1953 a Gerusalemme est. Esso mira a creare uno stato islamico. Questa organizzazione è vietata in molti paesi in tutto il mondo, anche in Russia.