ISIS. Un nuovo sito per la Radio del Califfato

73

Lo Stato islamico ha annunciato recentemente l’ennesimo ritorno online della sua stazione radio sul web dopo che le autorità avevano cancellato il dominio precedente. Si tratta di una “lotta” e di una ricerca continua.

La stazione, Al Bayan, originariamente Ida at al Bayan, ha una programmazione tipica da radio nazionale con notiziari ogni ora, servizi e analisi dei diversi corrispondenti in Siria e in Iraq, interviste e ovviamente una sua programmazione musicale fatta esclusivamente di nashid cioè di canti a cappella, stante il divieto di fare musica imposto dallo Stato Islamico. Ogni nashid poi diviene la colonna sinora dei diversi video che Daesh produce e manda con line.

I radiogiornali sono trasmessi nelle 10 lingue del Califfato tra cui arabo, inglese, turco, francese e russo, per raggiungere e informare i diversi segmenti di pubblico nel Califfato e non solo.

Lo Stato Islamico ha sempre avuto, fin dall’inizio, una radio. Fino a che ha potuto farlo, Al Bayan trasmetteva anche “on air” era in Fm a Mosul; le sue trasmissioni poi sono state riprese e trasmesse a Raqqa, in Siria e per un po’ anche a Derna e Bengasi, in Libia; oltre che in numerose altre aree dello Sham.

Mano a mano che le operazioni belliche proseguivano e gli spazi fisici si comprimevano, al Bayan è andata prevalentemente sul web. Il suo portale ora è completamente aggiornato, ha opzioni per la riproduzione ad alta e bassa larghezza di banda e un link ad un plugin per il browser Firefox per abilitare una riproduzione agile dei programmi con il click del mouse.

La nuova “frequenza” on line, cioè il nuovo indirizzo viene poi diffuso via social invitando tutti ad ascoltare la radio per tenersi aggiornati con le notizie dai diversi teatri e per approfondire la “fede”, ovviamente quella propagandata da Daesh.

Nella lotta con le forze di sicurezza, come abbiamo scritto nei testi prodotti da Agc Communication (Lo Stato Islamico e Daesh Matrix) e nei documentari realizzati (Stato Islamico. Nascita di un Format; Stato Islamico. Morte di uno Stato mai nato?), il dominio da cui “trasmette” la radio continua a modificarsi passando ad quando esenzione ad un’altra o modificando leggermente il nome del dominio stesso, in una battaglia all’ultimo messaggio propagandistico con le forze di sicurezza crociate.

Antonio Albanese