ISIS massacra 250 soldati siriani

29

SIRIA – Damasco 29/08/2014. – Isis ha pubblicato dei video su YouTube, il 28 agosto, in cui mostra l’esecuzione di circa 250 soldati catturati durante al presa di una base aerea nella provincia di Raqqa.

Nel video vengono mostrati i corpi, allineati lungo una linea di alcune decine di metri, di decine di uomini che giacciono con la faccia verso il suolo e con indosso solo la biancheria intima. I soldati vengono quindi tutti massacrati a colpi di AK 47. L’eccidio è stai reso pubblico in un un momento in cui sono entrate nell’occhio dei combattimenti le alture del Golan dal lato siriano: un gruppo jihadista non identificato controllerebbe infatti il checkpoint di Quneitra catturando 43 peacekeeper Onu di origine filippina presenti sul lato siriano delle Alture stesse. Il direttore dell’Osservatorio siriano per i diritti umani, Rami Abdul-Rahman ha detto che i soldati erano stati catturati nei giorni precedenti mentre fuggivano verso Hama. A Damasco, sempre il 28 agosto, si sarebbero registrai una serie di feroci combattimenti fra le truppe regolari e l’opposizione nel quartiere di Jobar, secondo fonti social dei residenti e gli attivisti dell’Osservatorio. A New York, l’ONU ha confermato che 43 membri delle forze di pace delle Nazioni Unite sul lato siriano del Golan erano stati catturati, e che nello stesso tempo,l’Organizzazione stava facendo ogni sforzo per liberarli. Il conflitto siriano ha dei riflessi in Libano: scontri tra l’esercito libanese e i militanti jihadisti sono avvenuti nella regione di Arsal al confine con la Siria, già teatro di diversi scontri.