ISIS. Quale sarà il prossimo obiettivo?

125

Dopo l’attentato a Teheran, sono in aumento i canali in lingua persiana o comunque di canali telegram che si interessano di Iran, Afghanistan e Pakistan. Su questo argomento è uscito sottotitolato in persiano il video ISIS dedicato alla nascita dello Stato Islamico, un video del 2015.

A’maq inoltre ha un nuovo sito allocato su “Baaz” azienda che vende i suoi servizi principalmente in Canada e Stati Uniti. In rete poi,  sono uscite le raccomandazioni a non postare le notizie del Califfato, take A’maq e comunicati ufficiali ISIS pena l’esclusione dai gruppi, grazie a un algoritmo che ISIS ha. Inoltre ISIS è pronta a mandare on line nuovi canali telegram, twitter, facebook e instagram per le prossime notizie dal Califfato e di certo, possiamo supporre che non intendono quelle della sola Siria o Iraq. A meno che non parta la conquista di Baghdad o Damasco.

La domanda è: dove colpiranno prossimamente? Al momento si tratta solo di annunci e non sono stati postati i canali. Dalle lingue che sceglieranno per la messa on line si capirà qualcosa di più. Di certo Francia e Belgio sono in cima alla lista, viste le due fatwa a cui ovviamente la Francia non ha avuto molto seguito. Le minacce esplicite comparse on line annoveravano anche: USA, Francia, Australia, Italia. Sono anche comparsi diversi canali spagnoli, e questo è un fatto piuttosto raro. Molto interessante invece l’infografica sui tre anni dello Stato Islamico.

È un’infografica Yaqeen Media postata in 5 lingue: inglese, spagnolo, russo, arabo, tedesco. ISIS spiega in una sola infografica i morti, gli attacchi e ancora parla della sua guerra mediatica. Lo fa elencando il numero delle foto, i servizi giornalistici video, il numero dei comunicati stampa, insomma ISIS afferma di essere una vera e propria potenza mediatica. Editi regolarmente i bollettini ISIS e tutto il popolo ISIS della rete è sempre in attesa del nuovo materiale che viene postato alle 20:40 alla fine del digiuno del Ramadan.

È stato poi pubblicato, edito dal Furqan, il discorso, solo audio, del portavoce di ISIS, Abu al Hassan al Muhajir, dal titolo: Quando i credenti comprendono le divisioni. Tra le sure citate nel discorso, la 46 al Ahqaf, in cui si parla delle punizioni di Dio nei confronti dei fedeli e degli infedeli. La sura chiude, verso 35, così: «Sii paziente, come sono stati pazienti quei profeti che era dotati di perseveranza. Non cercare di affrettarlo per quelle genti. Il Giorno in cui vedranno ciò di cui sono minacciati, sarà come se fossero vissuti soltanto un’ora del giorno. Ecco il messaggio. Chi sarà quindi annientato se non la gente perversa?».

Redazione

DAESH MATRIX è il secondo volume dedicato al fenomeno dello Stato Islamico. 

È possibile acquistare il libro su Tabook.it