Pentagono: ucciso il numero uno di ISIS a Mosul

55

IRAQ – Mosul. 28/12/14. Secondo la testata Ia Regnum, il capo della città di Mosul dello  “Stato islamico” Hassan Saeed al-Jabour è stato ucciso durante un raid aereo, fonte CNN che ha citato il capo della amministrazione regionale di polizia irachena il generale di al-Hamdani Vathek.

Secondo lui, l’attacco è stato condotto in prossimità di Mosul, sopra il paese Kayara. Hassan Saeed al-Jabour era il secondo capo di Mosul dello “Stato islamico”, ucciso durante l’attacco aereo, dopo soli 25 giorni. Come riportato da IA REGNUM, la settimana prima, il Pentagono ha anche riferito dell’uccisione durante i bombardamenti di tre dei leader influenti dello “Stato islamico” che «ha indebolito notevolmente la capacità dei terroristi di pianificazione, comando e controllo». La coalizione degli Stati Uniti ha eseguito più di 30 attacchi aerei sui siti di ISIS.