Logistica ISIS tra Siria e Iraq

35

SIRIA – Damasco 13/06/2014. Isis avrebbe deciso di congelare le operazioni in Siria per concentrare le sue forze in Iraq.

Ne da notizia al Arabiya. Dopo una lunga serie di scontri e di battaglie con le forze di Assad, nell’ultima settimana le attività di Isis, Daash in arabo, erano rallentate sensibilmente nella parte orientale, vicino al confine iracheno. Secondo, l’Osservatorio siriano per i diritti umani, Daash probabilmente ha negoziato una tregua in Siria, anche se ancora si combatte nella città orientale di Deir ez-Zor. Isis, infatti, non starebbe combattendo da quattro giorni fa, am parte delle scaramucce a nord-est di Aleppo, mentre gli scontri continuano tra altri gruppi armati e forze governative. Per l’Osservatorio, i combattenti e le armi sarebbero stati spostati dalla Siria all’Iraq, per stabilire il califfato islamico nel Paese. Immagini sui social network collegati al gruppi mostrano equipaggiamento militare, che secondo i sostenitori del gruppo verrebbe trasferito dalla Siria attraverso il confine. Il controllo del territorio iracheno lungo il confine siriano, darebbe al gruppo una maggiore libertà di movimento per spostare uomini e materiale tra i due paesi.