ISIS. Il Tevere in secca significa l’avvento del Demonio

247

La notizia più postata, soprattutto sui canali in lingua farsi e pasto, è quella della pubblicazione del video da al Janub, in cui si minacciano le città sante anche per gli sciiti come Karbala e Baghdad e la Repubblica Islamica, l’Iran, paese, nemico numero uno di ISIS diventato di facile penetrazione grazie ai problemi creati dai jihadisti nella regione del Balocistan e dell’Afghanistan. 

Non solo, anche se sembra paradossale c’è un gruppo di iraniani, al momento non se ne contano più di 30, che ha fatto l’Egira e combatte ora in Iraq con ISIS. Il video della durata di 16 minuti narra la storia dell’Iraq, dall’invasione USA e delle relazioni tra al Maliki e gli USA e l’Iran e Abadi con l’Iran. Alla fine del video si minaccia l’Iran di ulteriori nuovi attacchi.

Per quanto concerne più specificatamente i canali social sono stati postati link per luoghi virtuali per chi vuole compiere l’Egira, chi vuole combattere, chi si vuole formare al pensiero “monoteista” di ISIS. Tra le comunicazioni ufficiali dallo Sham via A’maq, va menzionata l’infografica dei due mesi di battaglia a Raqqa; un ri-post; ovvero messo on line per la seconda volta, di una grafica che spiega perché il pensiero comunista è “politeista” e quindi dannoso per la “cultura” islamica secondo i parametri di ISIS.

È ancora on line il discorso di al Baghdadi e di al Adnani, dove si chiede ai combattenti di combattere fino a morire. Tra le novità grafiche, invece, notiamo che molti canali generalisti per gruppi pro ISIS assumono una veste molto “innocua” come quella del Daily News, che assomiglia molto a quella di un canale di notizie “occidentale”.

Tra le novità, da segnalare la nascita di canali con il nome Wilayat Marocco e il ritorno delle notizie dal Sinai. In Marocco, oltre ad una tensione politica strisciante dovuta alla ultima tornata elettorale che non ha dato la vittoria schiacciante a nessun partito, segnaliamo proteste e scontri nel nord del Paese sfociate in diverse occasioni in risse con le forze di polizia.

Interessante notare che tra i presagi di ISIS Indonesia dell’avvento del demonio viene annoverato il calo del 60% di acqua nel Tevere.

Redazione

DAESH MATRIX è il secondo volume dedicato al fenomeno dello Stato Islamico. 

È possibile acquistare il libro su Tabook.it