ISIS. Gli altri teatri africani

64

Nel Sinai, al di là degli attentati recenti, l’esercito egiziano ha arrestato 11 militanti di Daesh e ha distrutto materiale da guerra nel Sinai centrale. Daesh ha rivendicato l’uccisione di parecchi soldati egiziani negli scontri a sud di El Arish.

Nei giorni scorsi, ISIS ha distribuito a ovest di Rafah un volantino ufficiale in cui si chiede alla popolazione di fare attenzione alle imboscate e alle spie e soprattutto di non dare loro asilo. Sono oramai una presenza fissa i droni israeliani sui cieli di Rafah. Notevole il numero di arresti di giovani musulmani effettuati dalla polizia egiziana a Bar’al Abu al-Qattan.

In Mali, sono stati confermati due morti tra le fila della Plateforme as Anefis. I responsabili del movimento accusano dell’attacco Bohaba Ag Hamzata, leader dell’HCUA (Hau Conseil pou l’Unité de l’Azawad). Il Responsabile militare del MDP, Hamma Foune, accompagnato da Sidi Bakaye Cissé, ha discusso con i responsabili fulani dell’area di Diabaly.

Come indicano gli account locali, è iniziata la corsa per portare nel proprio campo i gruppi di autodifesa in Mali. I responsabili militari e i jihadisti fulani stanno effettuando reclutamenti nella loro comunità, come ad esempio nella zona di Ségou, Ansongo e Mopti per i militari, e al confine tra Mali e Burkina Faso per i jihadisti, come Ansarul Islam.

Il governo invece cerca di integrare tutti nel processo di pace. Si è svolto, nei giorni scorsi,  un attacco terroristico contro il posto di sicurezza del Conseil poi la Justice de l’Azawad – Cja a Gargando. In Burkina Faso prosegue la grande operazione militare per ripulire la foresta di Fhero al confine con il Mali.

In Somalia, gli Shebab hanno rivendicato tiri di mortaio contro la base Halane, il quartier generale locale dell’Onido e il Peace Hotel. Tramite l’agenzia Shahada, gli Shebab hanno rivendicato gli attacchi contro le basi delle forze keniote nella penisola di Kulbiow e nel villaggio di Hoosingo. Le forze keniote e somale hanno annunciato di aver ucciso un comandante degli Shebab, Bashe Nur Hassan, in un attacco fallito dei jihadisti a Kudha.

Redazione

DAESH MATRIX è il secondo volume dedicato al fenomeno dello Stato Islamico. 

È possibile acquistare il libro su Tabook.it