Georgia: arrestato imam filo IS

15

GEORGIA – Tbilisi 15/06/2015. La polizia georgiana ha arrestato un uomo sospettato di reclutare persone per lo Stato Islamico.

Il ministero dell’Interno ha detto che il sospetto, Ayup Borchashvili, un imam locale del villaggio di Dzhokolo, è stato arrestato durante il 14 giugno nella valle del Pankisi, regione montuosa del nord-est della Georgia. La valle del Pankisi è la patria dell’etnia cecena che si è stabilita qui nel XIX secolo. Il copia militare dello Stato Islamico, Tarkhan Batirashvili (a destra), alias Omar al-Shishani (in basso), proviene proprio da questa regione. Il comandante militare dello Stato Islamico è considerato la mente militare delle forze di Daesh in Siria e uno dei pilastri del Califfato. Più volte è stato dato per morto, ma la nostizia è stata ogmnivolta smentita dallo stesso Stato islamico. Il flusso di combattenti di etnia cecena è uno dei più ricchi nell’alimentare le milizie di Daesh.

L’imam Borchashvili è stato accusato di aver indotto due adolescenti tra i 16 e i 18 ad andare in Siria per unirsi allo stato Islamico all’inizio del 2015. Secondo fonti del ministero riportate dall’Afp, sempre nella giornata del 15 giugno, la stretta alle frontiere ha portato all’arresto due due uomini diretti in Siria all’aeroporto di Tbilisi.