ISIS. DAESH dice ai suoi “L’Egira finisce solo col Paradiso”

125

Daesh ha pubblicato un video ufficiale dal mandato di Hama, intitolato La spada della vendetta, che riprende le operazioni Daesh nel mandato di Hama contro le forze siriane del SAA e le milizie affiliate nel corso degli ultimi mesi, dal Ramadan ad oggi. Il video è di pregevole fattura, si nota la pulizia e la nitidezza delle immagini. Si tratta di una fatto che denota una notevole preparazione tecnica e un’ottima post produzione del video.

Accanto al video di Hama, è stato pubblicato anche un altro video dal titolo Dust of war 2, ovvero La polvere della guerra, prodotto stavolta dal mandato di Raqqa. Anche questo video è di buona fattura e vi sono immagini delle operazioni a sud est di Raqqa. Il video è stato poi spiegato dall’alveare social ISIS. Account hanno postato un messaggio di introduzione al video al quanto interessante. In effetti, un account pro Daesh ha affermato quella che può essere intesa come la visione strategica di Daesh per il futuro. L’account indica che lo Stato Islamico si sta allargando. In effetti, nonostante i crociati pensino ancora in termini di distanze e spazio, Daesh invece calcola l’allargamento in base alla presa della propria dottrina nella Ummah e a quanto le loro azioni sono accettate da Dio. Di fondo, la polvere smossa della guerra continuerà ad essere alzata e ad esserci fino al Giorno del Giudizio. ISIS quindi promette guerra eterna ai suoi nemici.

Sono stati creati diversi gruppi per la proliferazione del Califfato in rete: si va da un canale appositamente per non arabi a un altro con tutte le pubblicazioni del Califfato e infine ai canali per i sostenitori.

In tema di proselitismo è stato dato ampio spazio alla presentazione del libro di più di 800 pagine di Sheikh Ahmad Jibril; si tratta di un commento sull’opera “Spiegazione dei tre principi fondamentali dell’Islam “ di Mohammed Ibn Abdul Wahhab. Quest’ultimo è il fondatore del wahabbismo, la corrente di neo hanbalismo saudita della metà del diciannovesimo secolo, l’estremismo religioso che è alla base di tutto il fondamentalismo islamico di matrice qaedista prima, e del pantheon teologico di Daesh poi.

Altri account puntano a sottolineare con un’immagine (nella foto) che l’Hijirah finisce solo con il perdono o l’inferno, dipende dalle intenzioni dei Muhajir.

Redazione

DAESH MATRIX è il secondo volume dedicato al fenomeno dello Stato Islamico. 

È possibile acquistare il libro su Tabook.it