ISIS cambia la cyber info

61

STATI UNITI – New York. 16/09/14. Cambia la strategia di cyber informazione di ISIS.

L’azienda Twitter cancellerà tutti gli account collegati al cosiddetto Stato islamico (IS), tra cui l’account dell’utente che ha minacciato ritorsioni contro i dipendenti di Twitter. Una fonte del governo americano ha detto, in condizione di anonimato, che ora ISIS è pronta ha cambiare strategia di comunicazione sui siti di social network, sulla scia del discorso pronunciato dal presidente Barack Obama mercoledì scorso, quando ha dichiarato che avrebbe ordinato attacchi aerei sulla Siria e l’Iraq in escalation di una vasta campagna contro l’organizzazione.

Gli esperti dicono che i militanti siano diventati sempre abili a rivolgersi ad altri siti, come vkontakte e Diaspora Social Network, che si basa su una rete di server indipendenti decentrati, per evitare di essere rintracciati. I funzionari governativi e le aziende Internet avranno dunque del filo da torcere per stanare i simpatizzanti e gli aderenti a IS fuori dai confini siriano-iracheni.

Non è un caso che a spopolare tra i militanti di ISIS è stato Twitter, che si basa sulla non-interferenza nel controllo dei contenuti, azienda che ha preso posizione e si è rifiutata di soddisfare le richieste di censura e l’accesso alle informazioni sugli utenti. Il cinguettio è diventato il preferito dei sostenitori di manifestanti per i diritti civili e politici del movimento di ‘Occupy Wall Street’ a New York, per gli studenti in piazza Tahrir del Cairo. Proprio per la possibilità di utilizzare il sito in modo anonimo, anche via sms. Un portavoce del sito ha detto: «Twitter non ha la politica di utilizzare il nome reale nella creazione di un account, il che rende difficile determinare l’identità reale dell’utente quando ce lo chiedono. Ma l’utilizzo del social da parte di organizzazioni terroristiche straniere è uno dei fattori che ci fanno ripensare all’impostazione della creazione degli account».

Twitter si basa sulle relazioni tra utenti ed è più difficile monitorarlo da parte dei funzionari governativi. Mentre per Facebook vi è una squadra speciale che osserva ciò che viene scritto dai gruppi terroristici, come ad esempio lo stato islamico, e quindi interviene sulla pagina chiudendola. Le norme vietano la pubblicazione di Twitter Tweets includono “minacce specifiche e dirette di violenza contro gli altri”, e annullano i conti di qualsiasi azienda utilizzando Twitter per attività illegali.