ISIS chiama le brigate a combattere

157

È proseguita l’azione di tutela cyber degli appartenenti all’alveare social media del Califfato nel suo complesso. Oltre ad hackerare siti e a pensare alla cyber warfare, l’unità cyber pensa alla tutela degli aderenti ed ecco che il CCS, un’unità hacker di ISIS,  ha messo in rete una serie di aggiornamenti software in modo da non essere tracciati con tanto di video tutorial. Un video dal mandato dell’Eufrate colpisce perché è un invito a inviare soldati nello Sham, ed ha come titolo, in inglese, Send the Saraya, che può essere reso in italiano con: Inviate le brigate.

Si tratta chiaramente di un invito a intervenire nello Sham. Proseguono in Iraq le azioni di Daesh in territori sicuri: dopo gli istishhadi, i cecchini a Baghdad a Mosul nella sian liberata e in quella contesa. I suoi attacchi mietono molte vittime.

Si fanno notare i post con le foto di istishhadi a simboleggiare la potenza delle operazioni dello Stato Islamico e il continuo afflusso di martiri per la fede. A nord ovest di Mosul, l’area di Mushayarfah è al centro di furiosi combattimenti da giorni: cinque soldati iracheni uccisi da cecchino di Daesh in un’area che le forze irachene proclamano di controllare. Di tutte queste azioni, ISIS poi ha postato un ampio reportage fotografico. Inoltre lo Stato Islamico afferma che i bombardamenti della coalizione a guida americana su Mosul hanno fatto ieri 24 morti e 75 feriti, bilancio poi aggiornato a 101 morti di cui 40 bambini e 28 donne in solo giorno.

In Siria si ha la sensazione che le zone di cosiddetta de-escalation secondo l’accordo di Astana rimarranno comunque zone di scontro e che gli accordi fatti ad Astana in realtà siano serviti solo per comprendere tra i grandi attori chi si muoverà e dove. Come sottolineano alcuni account locali, l’accordo di Astana darà soprattutto il via libera alla Turchia per nuove operazioni per occupare il suolo siriano e dare la caccia a gruppi che minacciano la sua sicurezza come il PKK e Al Qaeda. Proprio Al Qaeda sembra ormai sulla bocca di tutti e sarà usato sicuramente come scusa per l’uno o l’altro di attaccare anche nelle zone che dovrebbero essere sicure.

Redazione

DAESH MATRIX è il secondo volume dedicato al fenomeno dello Stato Islamico. 

È possibile acquistare il libro su Tabook.it