ISIS e Boko Haram: unico Califatto Islamico

63

NIGERIA – Gwoza. 25/08/14. L’esercito nigeriano di Domenica ha respinto il “Califfato islamico” proclamato dai ribelli islamici di Boko Haram nella città di Gwoza. Dal mese di aprile, il gruppo armato ha seminando il terrore nel nord-est della Nigeria, dove controlla intere aree. Fonte Jeune Afrique.

L’esercito nigeriano ha respinto ieri la proclamazione di un califfato da parte del gruppo islamico armato Boko Haram. «Questo annuncio non ha senso. Sovranità e l’integrità territoriale dello stato nigeriano sono intatte», dice un comunicato del portavoce degli eserciti, Chris Olukolade.
In un video di 52 minuti domenica, il leader di Boko Haram, Abubakar Shekau, ha detto che ha posto sotto la regola del “califfato islamico”, la città nel nord-est del paese, Gwoza preso dai suoi combattenti. «Loro chiamano (il paese) Nigeria. Ma siamo nel califfato islamico. Non abbiamo nulla a che fare con la Nigeria» dice. Nel video, Shekau ha ringraziato affermando: «Allah ha dato [suoi] fratelli la vittoria a Gwoza». «Non lasceremo la città. Siamo venuti per stare», ha detto Shekau, chiamato “terrorista globale” da parte degli Stati Uniti che ha messo una taglia sulla sua testa per sette milioni di dollari.

Nei giorni scorsi nei giornali arabi erano comparse notizie sul fatto che Boko Haram avesse prestato giuramento e fedeltà a ISIS così come Ansar al-Sharia Tunisia.