ISIS. A.A.A. jihadisti cercasi

126

Giornate molto intense sui social ISIS. È stato postato un nuovo nasheed: “E lui rispose alla chiamata”. Dedicato a tutti i giovani che decidono di intraprendere la via per il Jihad, a corredo di questo nasheed, in senso comunicativo si intende, ISIS da giorni ha lanciato canali dedicati ai giovani che voglio percorre la via per il jihad con particolare riferimento all’Indonesia. Tra i canali indonesiani su telegram di gran voga: Indonesia rise up.

“Rise Up” oltre a essere una frase di un nasheed  famoso di ISIS è anche un nome di un canale ISIS in lingua inglese, o meglio di un gruppo pro ISIS. Sempre in materia di jihad, ISIS e musulmani sui canali indonesiani si è aperto il dibattito, in quanto i fratelli di Jakarta hanno, in base alle dichiarazioni ISIS, dei falsi amici. In lingua indonesiana è stato sottotitolato un recente video proveniente da Raqqa. Anche in questi giorni ci sono state molte lamentele e richiesta di cancellazioni dai gruppi per gli infiltrati. Tra gli errori più comuni compiuti dalle autorità religiose l’utilizzo dello stesso PC o MAC per gli account fake. Mentre per quanto riguarda le autorità, soprattutto arabe, la creazione di storie poco credibili o le dichiarazioni sui luoghi o posti non veritieri.

A livello comunicativo ISIS conferma di essere strutturata e organizzata per format; canali di interesse; canali linguistici; di notizie; di commento; reclutamento; cyber; etc.. A proposito di unità Cyber presi di ira dei siti internet londinesi o che hanno i server in Gran Bretagna. Chiudendo la parte sulle “tipologie” di canali oggi cominciano scomparire quelli con “metadati”. Si tratta di canali che vivono pochissimo ma che hanno in pancia una elevata mole di dati, notizie su ISIS da divulgare.

Proseguono in Iraq le operazioni di ISIS a Baghdad, dove Daesh ha rivendicato nei giorni scorsi: l’uccisione di un comandante dell’esercito iracheno e di diversi soldati in un’operazione suicida nella zona di Tarmiyah, a nord di Baghdad; cinque soldati iracheni e la distruzione di due mitragliatrici pesanti in un attacco lungo la strada tra Haditha e Baji; dieci soldati iracheni e la distruzione di diversi mezzi nella zona di Diyala. Attentati segnalati anche a Ramadi. Di tutti questi attacchi ISIS ha pubblicato video come quelli fatti contro le forze irachene nella zona est di Sakkar, vicino Ar Rutbah

Infine, la Regione del Kurdistan ha rigettato la dichiarazione iraniana contro il referendum per un’eventuale secessione della regione irachena considerandola un’interferenza negli affari interni.

Dopo essere atterrata ad Astana, l’opposizione siriana si è ritirata dai colloqui a causa dei continui attacchi del governo siriano su Hama e Nasib. Secondo i ribelli, il primo passo per la riuscita dei colloqui è la fine dei bombardamenti aerei del governo siriano e dei russi  e il reale mantenimento del cessate il fuoco.

Invece il cessate il fuoco non c’è stato, anzi, il governo siriano ha rinnovato gli attacchi aerei.

Redazione

DAESH MATRIX è il secondo volume dedicato al fenomeno dello Stato Islamico. 

È possibile acquistare il libro su Tabook.it