Concludere bene Isaf è fondamentale

39

AFGANISTAN – Herat, 06/12/2014 – Il sottosegretario di Stato alla Difesa, Domenico Rossi, ha visitato il Train Advise Assist Command West (TAAC-W), il comando multinazionale a guida italiana su base brigata Bersaglieri “Garibaldi”.

Accompagnato dal Comandante del Coi, Generale di Corpo d’Armata Marco Bertolini, Rossi al suo arrivo ad Herat è stato accolto dal Generale di Brigata Maurizio Angelo Scardino, comandante del TAAC-W.
Nel corso della visita a “Camp Arena”, il sottosegretario ha visto operare le diverse componenti delle Forze Armate italiane schierate nella regione Ovest del territorio afghano e, durante un incontro con il personale, ha voluto testimoniare la vicinanza e la fiducia in loro riposta dalle Istituzioni e dal popolo Italiano in questo momento particolare della missione. Parlando agli uomini ed alle donne del contingente, Rossi ha detto che «la fase finale di una missione viene da molti considerata quella più facile. Questo, invece, è il momento più difficile del vostro impegno qui in Afghanistan ed ora, più che mai, avete bisogno del sostegno delle istituzioni e del popolo italiano».
Dopo aver ricevuto un breve aggiornamento sulla situazione operativa, il sottosegretario si è recato presso il nuovo Conference and Training Center “Unity of the Country”, dove si realizzano parte delle attività di assistenza e consulenza condotte dagli Advisor Team a favore delle Forze di Sicurezza afgane (Afghan National Security Forces – Ansf). Rossi ha incontrato dei militari dell’Esercito afghano i quali hanno espresso la loro gratitudine e l’apprezzamento per l’apporto professionale e per gli insegnamenti loro forniti dai militari italiani.