La Tuchia appoggia Iran e Russia nella lotta a IS

58

TURCHIA – Ankara. 13/01/15. «La Russia e l’Iran sono sinceri nella lotta contro il terrorismo in Iraq e in Siria», a dirlo è stato il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu all’agenzia di stampa turca Anadolu. Egli ha detto che il sostegno dei paesi occidentali è necessaria nella lotta contro l’organizzazione terroristica ‘Stato islamico’ in Iraq, in quanto minaccia questi paesi.

«Anche se il mondo vuole sbarazzarsi di terrorismo, non vi è alcuna chiara strategia di lotta contro questa organizzazione, che porta, (in questo moneto ndr) al rafforzamento dei terroristi», ha detto il ministro. Lo ‘Stato islamico’ (IS, ex ISIL o ISIS,) è stato creato nel 2003 in Iraq. Tra il 2004 e il 2006, l’organizzazione è stata guidata da Abu Musab al-Zarqawi, e consisteva di 11 gruppi islamici radicali, che hanno avuto stretti legami con l’organizzazione terroristica di Al-Qaeda. Dopo l’inizio del confronto militare in Siria tra l’opposizione armata e le forze governative, «IS è penetrata nel paese nel 2013. IS nel momento in cui al-Qaeda si è rifiuta di prestare giuramento ha dichiarato ‘guerra santa’ contro tutti gruppi in Iraq e Siria, così come contro le forze governative siriane». Ha continuato il ministro. Il rafforzamento di IS in Siria ha permesso di agire anche in Iraq, per compiere azioni militari contro le forze governative. Alla fine di giugno del 2014, l’IS ha annunciato la creazione della ‘califfato islamico’ nei territori sotto il suo controllo in Iraq e la Siria. A sua volta, le autorità irachene hanno chiesto alla comunità internazionale per aiutare a combattere IS.