Chourabi e Guetari, Tunisia in cerca dei colpevoli

8

TUNISIA- Tunisi. 26/06/15. Secondo una agenzia Ansa di ieri la procura di Tunisi ha spiccato due mandati internazionali di arresto nei confronti di altrettanti cittadini egiziani coinvolti nel caso della scomparsa di due giornalisti tunisini in Libia, Sofiane Chourabi e Nadhir Guetari.

I due giornalisti sono scomparsi lo scorso settembre mentre si trovavano a Bengasi per lavorosarebberos tati uccisi da IS. Lo Stato Islamico ha postato le foto dei due uomini e un documento in cui si dice che sono stati uccisi per aver offeso l’Islam con la loro Tv, nel emse di genanio. Il mandato di arresto è stato confermato dal portavoce del Tribunale di Tunisi Sofiane Selliti, che ha indicato i due egiziani come principali sospettati per il rapimento e l’omicidio dei giornalisti tunisini. Selliti ha parlato inoltre di un coordinamento tra leautorità libiche e quelle giudiziarie tunisine, per riuscire adeffettuare il test del Dna per verificare se i resti di NadhirGuetari e Sofiene Chourabi sono tra quelli dei sei corpiritrovati dalla croce rossa libica in una regione a sud di Derna mesi fa. Manca a tutt’oggi, secondo le autorità tunisine, la prova tangibile della morte dei due giornalisti tunisini di First tv, scomparsi dall’otto settembre 2014 e molto probabilmente uccisi in Libia.