Iraq sotto assedio, attentati contro la polizia

20

IRAQ – Baghdad. 17/06/13. Complottisti o no, va riscontrato che in Iraq dopo l’incontro a Istambul tra Qatar, Turchia, e Iraq si sono intensificati gli attentati terroristici.

L’incontro, secondo le fonti di intelligence irachene era rivolto per far cadere l’attuale governo iracheno sponsorizzando attentati in loco. Domenica in Iraq sono state uccise 23 persone e 133 sono state ferite in una serie di attentati con autobomba e sparatorie, in mezzo a crescenti tensioni settarie nel Paese che hanno spinto l’inviato delle Nazioni Unite in Iraq a invitare i leader iracheni a tenere un dialogo per risolvere il loro controversie, per non far scivolare il paese nel caos.

Due autobombe sono esplose in al-Arousah Square, nel centro di Bassora, circa 550 km a sud della capitale irachena di Baghdad, uccidendo cinque persone e ferendone altre 10.

Nel frattempo, due autobombe sono esplose in due aree in Nasriyah, circa 375 km a sud di Baghdad, uccidendo due persone e ferendone altre 35.

Nel centro dell’Iraq, un’autobomba ha colpito la città di Aziziyah uccidendo un civile e ferendone 10. Separatamente, un’autobomba è stata fatta esplodere nella zona industriale della città di Kut, 170 km a sud ovest di Baghdad, ferendo 14. Un’altra autobomba è esplosa nella città di Mahmoudiya, circa 30 chilometri a sud di Baghdad, uccidendone uno e ferendone altri cinque.

Altrove, due civili sono stati uccisi e 18 feriti quando un autobomba è esplosa in un mercato di verdure popolare nella città santa sciita di Najaf, circa 160 km a sud di Baghdad.

Nella città di Madain, circa 30 chilometri a sud di Baghdad, un’autobomba e di una bomba ha colpito una pattuglia della polizia in città, uccidendo un poliziotto e ferendone altri sette.

Altri due autobombe strappato attraverso la città di Mahawil, circa 70 km a sud di Baghdad, almeno ferendo sei persone.

A Baghdad, due persone sono state uccise e 10 ferite quando una bomba piazzata in un bar se ne andò la sera nel quartiere di Nuova Baghdad, nella parte orientale della capitale, una fonte del ministero dell’Interno ha detto Xinhua a condizione di anonimato.

Nel nord dell’Iraq, sei poliziotti di guardia a un oleodotto, tra cui un ufficiale di polizia, e cinque sono rimasti feriti quando uomini armati hanno fatto irruzione nella loro avamposto nella zona di Hatra nel sud della città di Mosul, circa 400 km a nord di Baghdad, un locale fonte anonima della polizia ha detto Xinhua.

Morti anche 6 poliziotti di cui un ufficiale di guardia a un oelodotto che esportata petrolio greggio da provincia settentrionale irachena di Kirkuk attraverso la porta di Ceyhan in Turchia.

In un altro incidente, una bomba ha colpito una pattuglia della polizia nella città di Tuz-Khurmato, circa 200 km a nord di Baghdad, uccidendo due poliziotti e ferendone un altro, una fonte della polizia locale ha detto. Anche nel corso della giornata, un’autobomba parcheggiata fuori da un ristorante in una strada principale a sud di Mosul è esplosa e ha ucciso un soldato e il ferimento di altri quattro, insieme a tre civili, una fonte della polizia locale ha detto. Separatamente, il generale Ali al-Frieji, comandante dell’esercito iracheno 2a Divisione di stanza a Mosul, è uscito illeso da un attentato, una bomba era stata posta lungo la strada vicino al suo convoglio a Mosul, che ferito tre delle sue guardie del corpo.

Inoltre, il colonnello Abed Traiba, capo di una brigata di commando della polizia a Mosul, è uscito illeso, due militari della scorta sono rimasti feriti in un altro bomba sulla strada vicino al suo convoglio di veicoli nel sud della città. Nessun gruppo ha finora rivendicato la responsabilità degli attacchi mortali, ma il fronte di al-Qaida in Iraq, nella maggior parte dei casi, erano presumibilmente responsabili di tali attacchi massicci nel paese, sollevando il timore che il gruppo terroristico e di altre milizie potrebbe tornare a una violenza diffusa .