Iraq chiama Russia

41

L’Iraq chiede  aiuto alla Russia nei settori della difesa e militare, a sottolinearlo il primo ministro iracheno Nouri al-Maliki. I media arabi hanno detto che al-Maliki, in visita a Mosca, discuterà una serie di potenziali progetti economici, politici e militari con la Russia per un valore stimato di 5 miliardi di dollari.

«Alcuni descrivono questa visita come unica finalità di acquisto di armi. Ma questo non è il caso», ha sottolineato il Primo Ministro.
«Certo, abbiamo bisogno del sostegno della Russia nei settori militare e della difesa. Iraq ha bisogno di armi per difendersi e combattere il terrorismo», ha aggiunto il premier, sottolineando in particolare la necessità del Paese per quelle armi utilizzate in combattimento in terreni di montagna e deserto.
Alla domanda su come le autorità irachene spiegherà l’acquisto di armi russe agli Stati Uniti, al-Maliki ha risposto dicendo che il suo Paese non ha consultato nessuno per quanto riguarda l’acquisto di armi.
Ha aggiunto che il Paese è disposto a lavorare con tutti. «Abbiamo buoni rapporti sia con gli Stati Uniti e con l’Iran», ha aggiunto. Il 9 ottobre, al-Maliki dovrebbe discutere di cooperazione nella tecnologia militare con il primo ministro russo Dmitry Medvedev e il 10 si riunirà con il presidente Vladimir Putin.