IRAQ. Nuove accuse al governo di Mahdi 

54

La presenza di una opposizione politico-parlamentare continua ad essere al centro di accuse reciproche tra i due schieramenti con relative accuse di scarsa democraticità.  E i social media rilanciano accuse e difese. 

L’ufficio stampa del primo Ministro Adel Abdul-Mahdi, stavolta, ha negato che quest’ultimo abbia dichiarato di non riconoscere la legittimità dell’opposizione. In merito alla sicurezza, il ministro dell’Interno Yassin al-Yasiri ha discusso con il comandante delle guardie di confine l’installazione di un sistema di monitoraggio elettronico per salvaguardare i confini e contrastare l’immigrazione. A ciò si aggiunge il decreto emesso dal primo Ministro Abdul Mahdi per ammodernare le forze antiterrorismo. Nel Kirkuk continuano a verificarsi contrasti tra curdi e iracheni. L’organismo di coordinamento degli arabi di Kirkuk ha smentito le notizie riguardanti un presunto piano dei Baathisti di provocare una guerra civile nel Kirkuk.

Inoltre, Il governatore del Kirkuk, Rakan al-Jubouri, ha risposto alle accuse del leader del partito democratico curdo Massoud Barzani negando di aver assegnato degli incarichi provinciali ai parenti Baathisti e altri di al-Qaeda. Le forze di sicurezza ad Erbil hanno ritirato le telecamere di sorveglianza collocate nei pressi del luogo dell’attentato al console turco avvenuto in giornata. Un deputato del Diyala ha chiesto l’apertura di un’indagine urgente sul processo di elezione del presidente dell’Autorità per gli investimenti nella provincia. La Protezione Civile ha annunciato di aver domato un incendio divampato ad Harthiya, ad ovest di Baghdad, che ha richiesto l’intervento di 12 squadre di vigili del fuoco.

Un altro incendio è stato domato nell’area di Al Nasr ad est di Baghdad, in un negozio di mobili. Secondo il consiglio della provincia di Karbala a Sundus Turaihi, il livello dei servizi nella provincia è in peggioramento, dal momento che gran parte dei membri del Consiglio agirebbero per il proprio tornaconto.

Secondo la commissione parlamentare per la sicurezza e la difesa vi sarebbero stati dei casi di tortura ai danni dei detenuti nelle prigioni irachene con l’approvazione del primo Ministro Abdul Mahdi. 

La sicurezza interna, intesa come ordine pubblico, poi, resta una delle aree di maggiore rilevanza sui social media. Per quanto concerne reati e crimini, ne sono stati segnalati diversi nella giornata di oggi, corruzione, vendette personali sono all’ordine del giorno. 

Redazione