2 milioni di rifugiati nel KRG

51

RUSSIA – Mosca 06/12/2014. Ci sono attualmente circa 2 milioni di rifugiati nel Kurdistan iracheno, lo ha dichiarato il 5 dicembre, un rappresentante del Partito Democratico del Kurdistan in Russia.

«Al momento, ci sono circa 2 milioni di rifugiati nel Kurdistan iracheno. Vengono per lo più dalle regioni interne dell’Iraq», ha detto Hoshavi Babakr in una conferenza stampa presso Rossiya Segodnya a Mosca. Babakr ha anche aggiunto che il flusso dei rifugiati è iniziato quando lo Stato islamico «ha iniziato la sua offensiva contro i curdi, l’esercito iracheno, e molti sono dovuti fuggire da Mosul, Diyala, Tikrit, Ambar, e da tutte le province sunnite, assieme a loro sciiti, turcomanni e di altre minoranze nazionali». Babakr ha aggiunto che la situazione dei rifugiati nel Kurdistan iracheno sta peggiorando con l’arrivo dell’inverno: «Ci sono regioni montuose in Kurdistan. Di notte, la temperatura scende notevolmente. Vivere nei campi non è così facile».