IRAQ. ISIS rapisce a casa gli ufficiali per ucciderli

123

Nei giorni scorsi, ISIS ha postato un video, in cui mostra il rapimento e l’uccisione di un militare a Karbala, Iraq. Nel video si ritorna alla distinzione tra gli uomini giusti agli occhi di Dio ed i peccatori. ISIS oramai ha preso di mira gli ufficiali che vengono prelevati direttamente a casa e poi uccisi. L’obiettivo è quello di spaventare e terrorizzare le forze locali. È stato postato anche l’annuncio dell’uscita dei migliori video del mese che di solito anticipano l’uscita della rivista al Rumiyah. 

Inoltre, è uscito tradotto in: inglese, francese, tedesco, curdo, uiguro, russo, turco, bosniaco, indonesiano e bengalese il discorso Path of Victory , il discorso di Abu Amza al Muhajirun, recentemente ucciso. Un account di ISIS descrive così il personaggio: «Abu Hamza al Muhajir Allah che Dio lo accetti, è diventato il leader di Al-Qaeda in Iraq dopo il martirio di Shaykh Abu Mus’ab az-Zarqawi che Allah lo accetti. In seguito ha promesso fedeltà a amir ul Muminin Abu Umar al Baghdadi dello Stato Islamico dell’Iraq che si è svincolato da al-Qaeda in Iraq, ed è diventato il ministro della Guerra dello Stato islamico fino al suo martirio».

Puntando alla insorgenza, ISIS ha sottotitolato il video in lingua curda il documentario dedicato alla “Persia“. E sempre dedicato alla Persia ha aperto un canale che posta sia in lingua “persiana” che in arabo, Forte crescita dei canali in lingua indonesiana che vanno di pari passo con quelli di lingua inglese Il canale africano Habara Za Khilafah ha pubblicato una infografica tradotta in lingua Swahili che spiega il rischio di vivere in in luogo in cui non si crede in ISIS. La lingua Swahili è parlata in: Tanzania, Kenya, Uganda, Rwanda, Burundi, Mozambico e Repubblica Democratica del Congo.

Merita un accenno particolare il Sinai. È stato riaperto il canale di ISIS Sinai dopo che era stato cancellato tempo fa ed è stata subito pubblicata una infografica sugli attacchi dello Stato Islamico effettuati negli ultimi 3 mesi nel Sinai. ISIS ha rivendicato il controllo del monte Jabal al-Halal, nel Sinai centrale, da dove le forze egiziane postano un reportage sul loro bottino di guerra contro ISIS.

Redazione

DAESH MATRIX è il secondo volume dedicato al fenomeno dello Stato Islamico. È possibile acquistare il libro su Tabook.it