IRAQ. Il potere logora chi non ce l’ha

105

Sta riprendendo vita la rete social di ISIS; sono tornati molti dei canali ISIS dedicati ai lupi solitari, al Jihad, alla diffusione del materiale nelle molte lingue dello Sham, con un occhio di riguardo per la lingua indonesiana; A’maq, agenzia stampa di ISIS, ha postato una infografica sugli attentati di ISIS in Siria e Iraq nel mese di luglio. Gli attentatori sono tutti minorenni, definiti “uomini tra gli uomini”. Molti anche i canali che sorgono per diffondere gli archivi del materiale ISIS. L’importante è non essere oscurati. Rimanere sulla rete essere presente e soprattutto fare in modo che i simpatizzanti sappiano a chi rivolgersi e cosa studiare. Molti canali non a caso nascono in lingua inglese o indonesiana, le due “lingue” più parlate tra i nuovi adepti ISIS. Interessante è la nascita di canali per le risposte on line in materia di utilizzo della tecnologia, utilizzo dei materiali ISIS. Si tratta come sempre di link temporanei nati per sostenere la crescita “virale” di ISIS. Si comincia a registrare la traduzione delle notizie A’maq della’Asia dell’Est nelle varie lingue parlate in Est Asia: malese, filippino, indonesiano. La famiglia ISIS della provincia dunque si allarga.

Molto seguiti anche gli sviluppi politici iracheni. La politica sempre in primo piano, sui social, più di quanto non lo sia la guerra contro i terroristi. A farla da padrone prima sui media tradizionali e poi sui social, Nuri al-Maliki secondo cui la risoluzione internazionale in esame presso il Consiglio di Sicurezza dell’Onu inquadra l’Iraq nel Capitolo VI della Carta delle Nazioni Unite che prevede la formazione di un governo di emergenza.

E sempre secondo lo stesso, i partiti “americani” stanno lavorando per far posporre le elezioni in Iraq. Sarebbe un altro atto, un preludio alla formazione di un governo di emergenza che esclude il partito Dawla guidato da Abadi. Ovviamente la rivalità tra i due non è nuova ma da quando c’è l’inciampo del referendum sul Kurdistan, al Maliki ha tirato fuori tutti gli assi che ha nella manica, non ultimo quello di legare il partito Dawla con ISIS. Il potere, diceva un noto politico italiano, logora chi non ce l’ha. 

Redazione

DAESH MATRIX è il secondo volume dedicato al fenomeno dello Stato Islamico. 

È possibile acquistare il libro su Tabook.it