IRAQ. I peshmerga catturano uomini e mezzi di Baghdad

126

In un interessante flusso di commenti, un account riflette sul significato delle visite di Abadi degli scorsi giorni in Arabia Saudita, Egitto e Giordania. Queste visite ufficiali sono insufficienti per salvare l’Iraq dalle interferenze dell’Iran e per riavvicinarlo ai suoi vicini arabi soprattutto se tali visite sono effettuate in presenza e nel quadro di una strategia americana. 

Il Segretario di Stato americano ha visitato Baghdad ma i leader di al Hashd hanno già comunicato che la visita del segretario Rex Tillerson non era gradita e che le truppe militari americane si dovrebbero ritirare immediatamente. Il primo ministro iracheno Abadi a riguardo ha difeso, durante il suo incontro in Arabia Saudita, il ruolo delle milizie sciite in Iraq affermando come esse siano la speranza dell’Iraq e di tutta la regione. L’accordo tra Iraq e Arabia Saudita ha avuto la sua prima attuazione con la concessione all’Arabia Saudita di una licenza per investire nell’agricoltura della provincia dell’Anbar.

Nel nord Iraq sono continuati gli scontri tra forze curde Peshmerga e le forze irachene con le PMU. Un account ha inquadrato la situazione, fornendoci una lista delle aree coinvolte negli scontri. In particolare i Peshmerga sono riusciti a respingere un assalto della milizia al Hashd e dell’esercito iracheno a Mahkmour, nel Kurdistan a nord di Mosul. In seguito agli scontri, un video e delle foto testimoniano la cattura di una ventina di soldati iracheni insieme al sequestro di armi e veicoli. Un ufficiale nel Consiglio di Sicurezza curdo ha riferito poi che le forze governative hanno schierato i carri armati vicino le pipeline per l’esportazione di petrolio ed hanno attraversato il valico di Fesh Khabur tra Iraq e Turchia a nord ovest di Mosul. Le forze irachene negano gli scontri vicino le pipeline.

Altro teatro importante è stato tra ieri e oggi quello di Rabia a nord ovest di Mosul vicino il confine siriano dove i Peshmerga, secondo diverse fonti, avrebbero respinto un attacco iracheno provocando morti e feriti tra i miliziani delle PMU. Sempre nella regione di Ninive ma a sud di Mosul, invece, Daesh ha lanciato un assalto alle posizioni delle PMU nel deserto di al Hadr a sud ovest di Mosul. Nell’assalto tra gli altri è rimasto ucciso il comandante della brigata 33 delle PMU. 

In altre notizie dal Kurdistan e da Kirkuk, sembra che le elezioni parlamentari della regione del Kurdistan, ufficialmente posposte il 23 ottobre, si dovrebbero tenere tra otto mesi. Nel mandato di Kirkuk invece le persone sfollate si rifiutano di ritornare nelle aree controllate dalle PMU e dalle forze governative per paura degli abusi.

Redazione

DAESH MATRIX è il secondo volume dedicato al fenomeno dello Stato Islamico.
È possibile acquistare il libro su Tabook.it