L’Iraq apre all’Azerbaijan

50

AZERBAIJAN – Baku. 04/12/13. L’Iraq si aspetta che l’Azerbaijan presto apra una sede diplomatica in Iraq. A darne notizia, oggi, l’ambasciatore iracheno in Azerbaigian Heydar al-Barrak, durante la prima riunione della commissione intergovernativa sul commercio, l’economia, la tecnologia, l’istruzione e la cooperazione agricola.

«L’apertura dell’ambasciata dell’Azerbaigian in Iraq contribuirebbe all’ulteriore sviluppo della cooperazione bilaterale», ha detto il diplomatico. «I partiti sono interessati a sviluppare accordi anche in materia di cooperazione energetica» ha detto.

«Questo potrebbe includere anche lo scambio culturale. Per esempio, gli studenti delle università del settore petrolifero potrebbero fare esperienze in entrambi i paesi», ha detto.

L’ambasciatore ha inoltre sottolineato l’aumento del fatturato del commercio tra l’Azerbaigian e l’Iraq.

«A partire dal 2012, il fatturato del commercio tra i due paesi ammonta a circa 418 milioni dollari» ha detto. «Ci sono ancora aree inutilizzate in cui la collaborazione deve essere intensificata».

Il diplomatico, a Trend, ha riferito che vi è una crescente richieste di usti per l’Iraq. «L’ambasciata riceve circa 50-100 domande di visto in Iraq al mese», ha detto.

«Questa cifra non include il numero di pellegrini che desiderano visitare i luoghi santi per i musulmani. Ciò testimonia il fatto che gli imprenditori azeri stanno entrando attivamente il mercato iracheno».