ISIS controlla l’80% di Anbar

37

IRAQ – Baghdad, 12 /10/2014. Lo Stato Islamico controlla circa l’80 per cento della provincia di Anbar, mentre il resto è sotto il controllo dell’esercito e delle tribù.

Lo ha annunciato il ministro dell’Elettricità iracheno, Qassim Al-Fahdawi, dalle colonne dell’agenzia Anadolu. Al-Fahdawi ha messo in guardia anche della caduta di Ramadi «che sarà l’apripista per Baghdad». Al-Fahdawi ha detto che: «La situazione è molto critica nella provincia di Anbar, le misure di sicurezza e di sostegno non sono al livello previsto (…) Anbar ha bisogno di un sostegno più ampio rispetto a solo il governo federale, sia a livello militare, sia di terra che aereo». Il ministro iracheno ha avvertito l’«esercito e le forze di polizia a non perdere il controllo della città di Ramadi» notando che «Isis sta lottando per il controllo della città di Ramadi da mesi. Se presa, questa città sarà la loro via verso la capitale, verso Baghdad». Dall’inizio di quest’anno, le forze dell’esercito iracheno hanno combattuto contro Isis nella maggior parte della provincia sunnita di Anbar. Gli scontri sono aumentati a seguito della presa «dei quartieri occidentali della contea due mesi fa, in aggiunta al loro controllo delle regioni orientali, tra cui Fallujah e Karma», ha ricordato il ministro. Inoltre, elementi di Isis hanno preso il controllo di parti della città di Ramadi.