IRAQ. Allawi chiederà la fiducia il 24 febbraio

23

Le percentuali parlamentari e sociali sono un sistema che seguono i blocchi politici iracheni nel formare i governi dell’Iraq, inventate dagli americani dopo il 2003, in modo che le posizioni presidenziali nel governo del paese siano divise tra componenti e spettri lungo linee settarie. E il dominio politico in Iraq è ancora basato su questo sistema, che, secondo molti, si ritiene abbia moltiplicato la tragedia dell’Iraq e gli abbia fatto perdere la stabilità, riporta Yaqeen Media.

Poiché il sistema delle quote è una delle principali cause di ritardo nella formazione di un governo iracheno perché molti membri del Parlamento cercano di avere una quota o una certa percentuale del governo che verrà formato, il che pone il presidente di fronte a una responsabilità ampia e delicata nella formazione di un governo iracheno non settario come chiede la piazza.

Un sistema politico che si basa su una base consensuale e secondo il sistema delle quote produce una situazione politica debole che non è in grado di affrontare le sfide interne ed esterne, poiché è considerato un processo senza successo perché basato su quote settarie.

Poiché il parlamento non può esercitare la propria autorità legislativa per ritenere responsabile qualsiasi ministro o funzionario perché appartiene a un partito o blocchi settari che lo difendono e il suo comportamento. I conflitti tra le diverse correnti politiche continuano in una situazione politica in cui molti di questi partiti svolgono il semplice ruolo di coprire il sistema settario, le quote e la lotta per l’influenza.

E ora ci sono molte sfide che Muhammad Tawfiq Allawi deve affrontare nel formare il suo governo ad interim, alla luce delle promesse fatte davanti al popolo, in quanto si sbarazzerà del sistema di quote settarie e di quanti di lui hanno fatto promesse inattuabili per conquistare la fiducia del popolo iracheno.

Ha un handicap: egli stesso è un uomo politico appartenente al partito Dawa, e quindi è difficile per lui abbandonare il sistema delle quote alla luce del dominio dei partiti e della pressione dei blocchi politici, poiché è difficile liberarsi del sistema delle quote senza apportare cambiamenti drastici alla natura del sistema esistente e liberarsi del potere dei gruppi che hanno oggi le redini del potere reale e controllano le capacità dello stato.

Considerando che, il popolo dalla piazza ha respinto questo sistema, che ha peggiorato le condizioni dell’Iraq e ha contribuito all’aumento delle interferenze straniere che hanno distrutto l’Iraq e ne hanno fatto un campo di battaglia: infatti, la fine delle quote è una delle richieste più importanti della rivoluzione di ottobre irachena.

Maddalena Ingrao