Aumentare presto lo scambio economico Iran-Turchia

6

TURCHIA – Ankara 17/06/2016. La Turchia si propone di triplicare il commercio con l’Iran portandolo a 30 miliardi di dollari il più rapidamente possibile dopo la revoca delle sanzioni economiche che ha reso le operazioni bancarie più facile.

Ha fatto questo annuncio il ministro turco per le Dogane e il Commercio, Bulent Tufenkci. In un’intervista pubblicata dai media turchi, Tufenkci ha detto che: «Servizi bancari e transazioni finanziarie sono diventate più facili per la Turchia, dopo l’alleggerimento delle sanzioni contro l’Iran, aumentando già il nostro business con l’Iran». Il volume degli scambi tra l’Iran e la Turchia è salito a 21,9 miliardi di dollari nel 2012, poi è sceso sotto i 10 miliardi di 2015, con gli effetti delle sanzioni. Le banche centrali turca e iraniana hanno riaperto la loro connessione alla rete Swift, in segno di normalizzazione dei legami bancari. Tufenkci ha anche detto che obiettivo della Turchia è aumentare le sue esportazioni a 155,5 miliardi dipolari quest’anno, dai 144 miliardi del 2015, e di arrivare a una crescita economica del 4,5 per cento e come obiettivo 2017 una crescita sopra il 5 per cento. Tufenkci ha espresso ottimismo che le relazioni con la Russia possano tornare normale al più presto.