IRAN. Teheran lascia il dollaro

154

L’Iran si sta preparando a smettere di usare il dollaro nelle sue dichiarazioni ufficiali. SI tratta afferma Press Tv di una mossa prevista, ma accelerata dopo che Washington ha incluso Teheran nel Bando dio Donald Trump.

Valiollah Seif, il governatore della Banca centrale dell’Iran, ha detto che l’Iran intende sostituire il dollaro con una nuova moneta estera comune o utilizzare un paniere di valute in tutti i rapporti ufficiali di valuta estera e finanziaria.

Seif ha anche detto che la decisione avrebbe avuto effetto a decorrere dall’inizio del nuovo anno fiscale il 21 marzo 2017.

L’indignazione nel paese sciita sta crescendo a causa dell’ordine esecutivo del presidente degli Stati Uniti Donald Trump che vieta agli iraniani di entrare negli Stati Uniti.

La mossa di Trump ha scatenato una reazione immediata da parte del ministero degli Esteri del l’Iran che ha promesso conseguenze.

Seif ha inoltre sottolineato che l’Iran dovrebbe usare una valuta estera nei suoi rapporti ufficiali che ha un alto grado di stabilità ed è più comune nel commercio estero. Ha aggiunto che il dollaro Usa ha una parte insignificante negli scambi con l’estero dell’Iran e che l’alternativa al dollaro dovrebbe essere quella che è in comune con i suoi principali partner attuali, come gli stati membri dell’Unione Europea, la Cina e gli Emirati Arabi Uniti.

L’Iran ha già firmato accordi con diversi paesi tra cui Russia, Azerbaigian, Turchia e Iraq di abbandonare il dollaro ed utilizzare valute reciproci. Tuttavia, Seif ha sottolineato che gli accordi non erano ancora in vigore, dato che il volume degli scambi con questi paesi non è ad un livello tale da garantire una valida alternativa per le valute non-dollaro.

L’Iran sta per arrivare ad un fatturato di 41 miliardi di dollari a seguito di vendite di petrolio per questo anno fiscale. Il principale quotidiano economico dell’Iran Donya-ye Eqtesad, tuttavia, ha evidenziato il fatto che l’Iran stava solo usando il dollaro nel report ufficiale e che il biglietto verde era già stato in gran parte sostituito con le altre valute nelle transazioni petrolifere negli ultimi anni dato che le sanzioni non hanno consentito il trasferimento di dollari verso l’Iran.

Luigi Medici