IRAN. Teheran intensifica la presenza navale

76

L’Iran cerca di rafforzare una cooperazione marina “costruttiva” con la Russia. Come riporta Press Tv una flotta iraniana è in visita a Makhachkala, capitale della Repubblica del Daghestan per un incontro con la russa Flottiglia del Caspio.

La flotta navale iraniana, composto dal cacciatorpediniere Damavand, dalla fregata lanciamissili Derafsh, è ancorata al largo del porto di Makhachkala, dal 9 marzo.

La flottiglia è la quarta flotta inviato dalla Marina iraniana alle sue acque settentrionali; Teheran ha già inviato tre gruppi navali in visita in Russia e uno in Azerbaigian. La Flottiglia del Caspio è la più antica flotta militare russa di stanza nel Mar Caspio.

Nel frattempo, la 44° flottiglia della Marina iraniana è tornata a casa l’11 marzo dopo aver circumnavigato il continente africano e navigato nell’Oceano Atlantico per la prima volta nel novembre 2016.

La crociera era iniziata il 5 ottobre 2016 per salvaguardare le rotte marittime utilizzate dalle navi e petroliere iraniane dai pirati.

Attraversato il Golfo di Aden ha poi attraccato al porto di Dar es Salam, in Tanzania per poi dirigersi verso il Mozambico. A febbraio, le forze navali iraniane si sono scontrate con i pirati somali nello stretto del Bab el-Mandeb, costringendo i pirati e il loro supporto a fuggire.

Negli ultimi anni, la Marina iraniana ha aumentato la sua presenza nelle acque internazionali per proteggere le rotte navali e garantire la sicurezza per le navi mercantili e petroliere.

In linea con gli sforzi internazionali contro la pirateria, la Marina iraniana ha condotto pattugliamenti nel Golfo di Aden dal novembre 2008, proteggendo mercantili e petroliere di proprietà o in uso da terzi, l’Iran o da altri paesi.

La Marina iraniana, inoltre, è riuscita a sventare diversi attacchi diretti sia contro le petroliere iraniane che quelle straniere durante le sue missioni in acque internazionali.

Maddalena Ingrao