Teheran smentisce il rapimento dei pescatori

41

IRAN – Teheran 14/05/2015. L’Organizazzione per i Porti e la marina mercantile iraniana ha smentito le notizie sulla cattura di 15 marinai iraniani (le prime notizia parlavano di 14 pescatori) da parte degli Shebab somali nei pressi delle coste somale della regione di Gedo.

Hadi Haghshenas, vice direttore dell’Organizzazione, ha detto, all’agenzia Fars, che le notizie sono false e nulla è stato confermato dall’organismo ufficiale somalo: «Le organizzazioni marittime della regione scambiano dati e informazioni e non abbiamo ricevuto alcuna notizia sulla questione da altre organizzazioni marittime nella regione», ha detto Haghshenas, il 14 maggio. «L’organizzazione marittima della Repubblica Islamica respinge ufficialmente la notizia del sequestro dei marinai iraniani», ha sottolineato Haghshenas. In precedenza però, sempre Fars riportava che Asghar Mohammadpour, funzionario dell’organizazione delle compagnie di navigazione della Repubblica islamica aveva confermato la notizia e il 13 maggio Omar Abdisamad, funzionario del governo somalo aveva detto, ai media internazionali,  che alcuni marinai iraniani, insieme con la loro barca da pesca, erano detenuti nel porto della città di El-Dheer nella regione somala di Galgadud, uno dei pochi porti marittimi rimasti ancora in mano agli Shebab. «La Guardia Costiera del Puntland è stata allertata in seguito alla cattura della barca adesso a El-Dheer», aveva detto Abdisamad.