IRAN. Russia e Armenia inviano aiuti umanitari per i danni delle inondazioni

140

Il ministero delle Emergenze russo, insieme al ministero delle Emergenze armeno, hanno iniziato a consegnare aiuti umanitari all’Iran colpito dalle inondazioni, riporta l’agenzia di stampa Mehr. Le spedizioni di aiuti umanitari saranno inviate dal Russian-Armenian Humanitarian Response Center in Armenia all’Iran e saranno consegnate alla Società iraniana della Mezzaluna Rossa nella città settentrionale di Rasht, ha detto il 6 aprile il ministero russo delle Emergenze.

Riferendosi allo stretto rapporto tra le due parti, riporta Panarmenian, e al continuo contatto del ministero russo delle situazioni di Emergenza con l’Ircs sulle necessità della popolazione nelle zone colpite dalle inondazioni, il primo Ministro russo Dmitry Medvedev ha ordinato al Ministero di inviare aiuti umanitari per aiutare a salvare i danni.

In precedenza, gli iraniani che vivono in Russia e l’ambasciata iraniana a Mosca si sono uniti all’Ircs per aiutare le vittime delle recenti inondazioni nel paese. Piogge eccezionalmente pesanti dal 19 marzo hanno inondato circa 1.900 città e villaggi in tutto l’Iran, causando 70 vittime e migliaia di altri feriti, secondo il ministro degli interni Rahmani Fazli, e causando centinaia di milioni di dollari di danni all’agricoltura iraniana. Le inondazioni hanno colpito diverse province del nord e dell’ovest del paese, tra cui Golestan, Mazandaran, Lorestan e Khuzestan.

«In risposta alla richiesta dell’Iran e in collaborazione con il ministero delle situazioni di Eemergenza armeno, è stato inviato un aiuto umanitario per le persone colpite dalle inondazioni”, si legge nella dichiarazione del ministero russo delle situazioni di Emergenza, riporta Irna. 

Il ministero ha inviato quattromila tende, coperte e letti pieghevoli alla sua stazione regionale nella capitale armena Yerevan. Il governo russo ha creato il centro nella città nel 2015, nel tentativo di servire come base regionale per gli aiuti umanitari all’Armenia e ai paesi limitrofi. 

Le inondazioni improvvise hanno devastato le province iraniane settentrionali, occidentali e sudoccidentali; in precedenza, l’ufficio dell’Unicef in Iran ha annunciato che le forniture iniziali sono già in viaggio verso l’Iran per aiutare il ministero della Salute a garantire che i servizi di immunizzazione e di nutrizione infantile siano rapidamente ripristinati nelle diverse province colpite dalle inondazioni. Anche la Germania, la Francia e la Svizzera hanno inviato aiuti. 

Anna Lotti