IRAN. Proteggeremo ad ogni costo le nostre petroliere

109

Le forze armate iraniane si sono impegnate a proteggere le petroliere di Teheran da possibili minacce, dopo che gli Stati Uniti hanno detto che le navi non dovrebbero essere autorizzate ad attraccare ovunque perché erano “obiettivi galleggianti”. «Le forze armate iraniane (…) sono preparate oggi, come in passato, per proteggere la nostra flotta di petroliere da qualsiasi minaccia in modo che possa continuare a utilizzare le vie d’acqua marine», ha detto il 12 novembre l’ammiraglio Mahmoud Mousavi, vice comandante dell’esercito iraniano, ripreso da PressTv.

Le osservazioni sono arrivate pochi giorni dopo che Brian Hook, il rappresentante speciale degli Stati Uniti per l’Iran, ha avvertito i partner commerciali dell’Iran di «ripensare la vostra decisione» di acquistare il petrolio iraniano sulla scia delle «più dure» sanzioni di Washington contro Teheran. L’amministrazione del presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha reimposto le sanzioni contro l’industria petrolifera, navale e bancaria iraniana, mesi dopo che Washington si è ritirato dall’importante accordo nucleare del 2015 tra l’Iran e sei potenze mondiali.

«Dal Canale di Suez allo Stretto di Malacca e a tutti i punti di strozzatura, le petroliere iraniane sono un obiettivo galleggiante» aveva detto Hook, durante una conferenza stampa la scorsa settimana: «Le petroliere iraniane auto-assicurate sono un rischio per i porti che permettono loro di attraccare e i canali che permettono loro di transitare». Hook, che è anche consulente speciale del Segretario di Stato Mike Pompeo, ha minacciato i paesi e gli operatori portuali di possibili sanzioni statunitensi qualora permettessero l’accesso delle navi iraniane alle vie d’acqua internazionali e alle strutture portuali. 

Mousavi ha avvertito che ostacolare il trasporto e il commercio dell’Iran attraverso le vie navigabili internazionali era “inaccettabile” e le forze armate della Repubblica Islamica erano pronte a «proteggere la nostra flotta commerciale (…) come hanno fatto negli ultimi 40 anni».

Mousavi, inoltre, ha anche sminuito la retorica di Washington e ha detto che gli Stati Uniti hanno ripetutamente lanciato tali minacce contro l’Iran solo per scoprire che «non hanno mai avuto, né avranno mai» alcun effetto in futuro.

Antonio Albanese