Piano petrolifero post-sanzioni

6

IRAN – Teheran 06/08/2015. Il ministro del petrolio iraniano, ha presentato un piano per le vendite di petrolio post-sanzioni, il 4 agosto, e ha affermato che anche nel caso in cui i prezzi del petrolio scendessero, le entrate del petrolio iraniano non diminuirebbero.

L’Iran ha in programma di aumentare la sua esportazione di petrolio passando da un milione di barili al giorno a 1,5 milioni nel corso dei sette giorni successivi all’eleiminazione delle sanzioni, per poi passare a due milioni di barili al giorno nel corso di un programma di sei mesi. Secondo quanto riporta l’agenzia Mehr, la produzione di petrolio iraniana passerà dai 3.8 agli 3.9 milioni di barili al giorno, ha detto Bijan Zanganeh in conferenza stampa. Riferendosi all’aumento della produzione di petrolio da parte di alcuni membri Opec, Zanganeh ha detto di essersi sentito con il segretario generale dell’Opec, Abdalla Salem El-Badri, in proposito. I proventi del petrolio iraniano nella peggiore delle ipotesi rimarranno invariati, mentre i paesi che hanno recentemente potenziato la loro produzione di petrolio potrebbero perdere miliardi di dollari, ha avvertito il ministro.