Iran: manderemo truppe contro Islamabad

53

EMIRATI ARABI UNITI – Dubai. 19/02/14. Lunedì l’Iran aveva promesso al Pakistan che avrebbe mandato truppe in Pakistan per liberare cinque guardie di frontiera, rapite da militanti se Islamabad non ha adotta misure per assicurare il loro rilascio.

Secondo i media iraniani, le guardie sono stati sequestrate il 6 Febbraio nella provincia iraniana del Sistan – Baluchistan da militanti che presumibilmente li hanno portati oltre il confine in Pakistan. «Se il Pakistan non prende le misure necessarie per combattere contro i gruppi terroristi, invieremo le nostre forze nel suolo pakistano. Noi non aspetteremo» ha detto il ministro dell’Interno iraniano Abdolreza Rahmani – Fazli fonte agenzia di stampa Mehr. Un gruppo di ribelli sunniti iraniano che si fa chiamare Jaish Al Adl (Esercito della Giustizia) aveva rivendicato la responsabilità del rapimento, via Twitter dal loro account. Impossibile verificare la veridicità della rivendicazione.

Il vice capo di stato maggiore delle forze armate iraniane, fonte Fars, avrebbe detto che Teheran «Sarà dura in questo caso». «Non saremo morbidi con l’Iran, in questo caso, se il nostro vicino non prende provvedimenti agiremo», ha detto il maggiore generale Hossein Hassani Sa’di giornalisti a Teheran secondo il sito web in lingua inglese Fars.